IL LAGO D'ISEO

BENVENUTI A PARATICO

Paratico è raggiungibile sbarcando a Sarnico e attraversando il ponte che unisce le due cittadine.

Qui, nelle vicinanze del ponte, incontriamo edifici recenti in stile tradizionale che ospitano eleganti negozi, bar, gelaterie, ristoranti; poco oltre ci attende un ampio lungolago. L’ex stazione ferroviaria è raggiunta, nella bella stagione, da un treno turistico a vapore proveniente da Palazzolo, che attraversa un suggestivo tratto di Franciacorta.

Percorrendo via XXIV Maggio incontriamo una piazza con una grande fontana, in prossimità della quale ci sono moderni edifici con negozi, bar e locali di ritrovo. Svoltando in via Risorgimento raggiungiamo un parco pubblico da cui possiamo ammirare un ampio scorcio di lago. Singolare è la presenza di un piccolo e piacevole edificio ottocentesco in stile neogotico, denominato l’Oselanda. 

Percorrendo via Moioli si raggiunge un altro luogo panoramico, dove è situata la grande parrocchiale di S. Maria Assunta. Essa racchiude un affresco settecentesco dell’Assunzione di Maria ed alcuni pregevoli altari. 

Cenni storici

Le origini di Paratico sono molto antiche, come testimoniano i resti di insediamenti palafitticoli in riva al lago, risalenti al 2000 a.C. Dopo l’anno Mille, Paratico vide sorgere il castello della famiglia Lantieri, signori del luogo. Esso fu quasi interamente smantellato ai primi del ‘500.

Oltre all’agricoltura ed alla pesca, ebbero una certa importanza l’attività tessile e quella estrattiva (cave di pietra arenaria). Dopo che nel sec. XIX fu costruita la ferrovia, Paratico divenne il “terminal” per le chiatte che trasportavano i vagoni ferroviari con i prodotti siderurgici provenienti da Lovere. 

Escursioni e svago

  • Una breve passeggiata conduce verso i ruderi del castello Lantieri, situato su un colle. Purtroppo esso non è visitabile e nemmeno visibile da vicino. È invece ben visibile la torre Lantieri, al centro di un nucleo di case medioevali situate in prossimità del castello. Chi ama le suggestioni del passato potrà far propria la tradizione che vuole Dante Alighieri soggiornare nel castello nel 1311. Addirittura, sembra che la forma del Purgatorio descritto nella Divina Commedia sia stata ispirata a Dante dal colle del castello.
  • Lungo il fiume Oglio si possono effettuare passeggiate naturalistiche.
  • Escursioni panoramiche sulle alture conducono alla chiesetta degli alpini od ai Prati del Belvedere, dai quali si gode una bella vista. 

Info

www.comune.paratico.bs.it

www.provincia.brescia.it/turismo

www.prolocosarnico.it

Servizi di navigazione

 
  • Paratico
  • Paratico_01
Navigazione Lago d'Iseo2018-09-26
  1. Home
  2. IL LAGO D'ISEO
  3. I PAESI DEL LAGO
  4. Paratico